Il casatiello

Il casatiello o tortano (termine conosciuto nel resto d’Italia) è un tipico rustico della cucina napoletana preparato nel periodo di Pasqua. È preparato a partire da una pasta di acqua e farina lievitata naturalmente, somigliante a quella per la pizza e il pane cotti in forno a legna,
che ancora oggi viene talvolta acquistata, nel periodo di Pasqua, già lievitata, nelle panetterie napoletane. A Caserta il Casatiello è dolce ed è preparato con uova, zucchero, sugna e glassa decorato poi con confetti colorati in superficie.




Sebbene i nomi casatiello e tortano siano spesso oggi utilizzati come sinonimi, nell’accezione tradizionale il casatiello si differenzia dal tortano per la presenza di uova nell’impasto, che vengono messe intere, crude e con il guscio, e vengono cotte insieme al rustico. Le uova sono parzialmente sporgenti e ben visibili sul casatiello, spesso ricoperte da una sottile croce di impasto.

casatiello-napoletano

La pasta, alla quale vengono aggiunti di sugna e pepe più una farcitura di salumi e formaggi tipici del luogo, viene lavorata a forma di grossa ciambella, riposta in un apposito stampo, e cotta a forno. Fino alla prima metà del secolo scorso era usuale portare a cuocere il casatiello presso forni o panetterie invece che cuocerlo in casa. Di questo rustico esistono diverse varianti, particolarmente per quanto riguarda i diversi tipi di farcitura.
Il casatiello viene preparato anche come pranzo al sacco durante le gite fuori porta tipiche del giorno di Pasquetta. Le uova e la farcitura rendono questo rustico un pranzo pressocché completo.

(Visited 13 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *