Napoli incontra il Mondo

Dal 30 giugno al 2 luglio e dal 7 al 9 luglio 2017 si terrà alla Mostra d’Oltremare di Napoli  “Napoli incontra il mondo” che porterà negli spazi della fiera tradizioni, esibizioni, musiche di ogni parte del mondo, con possibilità di scoprire e gustare la migliore enogastronomia dei cinque continenti.

E’ il più grande festival internazionale realizzato in Italia e comprende oltre al Festival di Napoli altri 14 festival tematici che consentiranno ai visitatori di viaggiare virtualmente tra i più affascinanti paesi del mondo.

Il visitatore potrà in poche ore girare il mondo e passare da travolgenti musiche a gustose specialità gastronomiche, dalla spiritualità indiana, al futurismo giapponese, alla vitalità africana.

Il Festival del Mondo ospiterà i seguenti eventi:

Il Festival Irlandese

Un evento pieno di allegria, divertimento e passione. Un’occasione per conoscere le tradizioni, la musica, l’enogastronomia ed il folkore di questo colorato paese. Nel padiglione dedicato al Festival Irlandese il pubblico potrà partecipare ad una serie di attività, dai matrimoni celtici alle danze irlandesi e celtiche, dalle mostre fotografiche a quelle degli antichi strumenti a corde e a fiato, dalle rievocazioni storiche ai divertenti giochi tipici come il tiro alla fune o la gara della yarda di birra, dalla scuola d’armi al villaggio Celtico e potrà ascoltare i concerti dei gruppi musicali provenienti dall’Irlanda.

 Si potranno assaggiare prelibatezze enogastronomiche come il manzo e lo stinco alla birra scura, le grigliate tipiche irlandesi, le zuppe tradizionali, il salmone affumicato, i formaggi tipici alle erbe, i dolci alle mele, la famosa birra scura e i distillati Irlandesi.

Il Festival dell’America Latina

Un’occasione per lasciarsi travolgere dai colori, dal ritmo e dal calore del mondo Latino Americano.
Folklore, spettacoli, concerti, iniziative culturali, danze, gastronomia tradizionale, mostre fotografiche ed artigianali, stand commerciali, arte, conferenze e workshop, usi e costumi, storia e cultura dell’America Latina. Brasile, Argentina, Cuba, Perù, Messico, Colombia, Venezuela, Ecuador e tanti altri paesi vi aspettano per regalarvi un’appassionante esperienza tutta Latina.




Il Festival Country

Un’opportunità per immergersi nelle atmosfere country, un grande palco che ospiterà gruppi musicali, band internazionali, coreografi, ballerini che impartiranno lezioni di ballo, giochi e tanto divertimento. Mostre sulla storia della conquista del west, allestimenti di vita indiana con tende e carri.

Si potranno assaporare prodotti tradizionali e tipici della cucina country, sapori decisi e piccanti, stufati, ribs, bistecche, pasticcio di patate, fagioli rossi. Numerosi stand esporranno e metteranno in vendita articoli in cuoio artigianali, in ferro, abbigliamento in stile, articoli western e vintage, cappelli, stivali, coltelli, attrezzatura per l’aria aperta, monili e accessori personalizzati.

Il Festival dei Nativi Americani

Un viaggio alla scoperta di tradizioni miti e leggende dei popoli Apaches, Sioux, Navajo, Cheyenne e Mohicani. All’interno dell’autentica ricostruzione di un villaggio indiano si potranno ammirare costumi, utensili e armi utilizzate dai nativi americani e partecipare a tante attività, tra cui canti, danze tipiche (danze di guarigione, danze sociali e la famosa “Danza della pioggia”) ed a  momenti di insegnamento ed ascolto dei racconti degli antichi sciamani, storie delle  battaglie che hanno dovuto combattere durante le invasioni dei “Bianchi”, storie emozionanti che narrano la fierezza di un popolo. All’interno di questo villaggio verranno allestite delle esposizioni di oggetti rari risalenti al 1600-1700: una mostra di pelli autentiche, una mostra di pipe e un’area dedicata alle erbe mediche. Una delle mostre riguarderà le pelli utilizzate per realizzare mocassini, costumi, vestiti tipici, borse, abiti squaw, cappelli, tracolle, tomawowk, bambole, calumet della pace, tamburi, monili e copricapi pregiati realizzati con pelli e piume colorate. Ci sarà un’esposizione di armi da caccia, utensili ed attrezzi realizzati dai guerrieri Apache e Dakotae tra cui archi e frecce, pugnali, scudi, mazze da guerra e frustini. Si potrà, infine, percorrere un viaggio alla scoperta della spiritualità indiana, con Joseph Silverbird uno degli ultimi sciamani esistenti al mondo, ed ammirare mostre e  rassegne fotografiche.

Il Festival Spagnolo

Tra i più gettonati sicuramente c’è il Festival Spagnolo, dedicato alla conoscenza delle tradizioni culinarie e folkloristiche della Spagna. Si potranno assaggiare i piatti tipici: tapas e paella, ma anche Gazpacho, zuppa fredda di pomodoro e patatas bravas. Si potrà bere tanta sangria e si ballerà sulle note del flamenco. 

That’s America   

Le atmosfere, dagli anni ’50 agli anni ’80, trascineranno i visitatori tra automobili e motociclette che hanno fatto la storia americana: Harley Davidson, Mustang, Camaro e Corvette. Non poteva mancare la musica americana che ha dato vita a diversi stili quali il Rock’n Roll, il Blues, lo Swing, il Rockabilly e l’Hard Rock. Il palco ospiterà band, coreografi,  ballerini e musical, gare di Break Dance, esibizioni di Tip Tap, di Pole Dance, di Swing e di Hip-Hop. Inoltre, si potrà  assistere alle coivolgenti esibizioni delle Cheerleaders. Durante il Festival ci sarà il tributo ad Elvis Presley, si esibiranno le cover band dedicate a Chuck Berry, Jerry Lee Lewis e Buddy Holly e le tribute band dei Bluese Brothers e degli ZZ Top.

Ci saranno, inoltre, mostre sulla storia americana e stand enogastronomici dove assaporare  carni alla griglia, hamburghers, i Corndogs, le bistecche e fagioli alla Bud Spencer e Terence Hill, gli hot-dogs, i Buffalo wings, i Barbecue Ribs, il pollo Barbeton, lo stufato di Brunswick, il pollo Barberton e le patatine fritte, nonché dolci quali cheesecake e brownies. I piatti saranno accompagnati dalla birra “Bud”. 

American Garage

Un’area dedicata all’esposizione della  “Kitt”,  la famosa auto della serie televisiva “Supercar” e la DeLorean  la famosa macchina utilizzata nella  trilogia cinematografica “Ritorno al Futuro”.

Si assisterà alle sfilate di diverse auto e motori tra cui: Supercar, Auto Americane anni ’60, Dragster, Jeep, Mustang, Dodge, Cadillac, Corvette, Furgoncini Hippie, Jeep, Motociclette, Monster Trucks e Harley Davidsons. Ci saranno raduni di car club, gruppi di motociclisti e sexy car wash.




Magica India

Sarà possibile fare un viaggio alla scoperta dell’India, assaporare i piatti speziati, ascoltare melodie tradizionali, assistere a rituali religiosi e spirituali, ammirare i coloratissimi abiti e restare abbagliati dagli ornamenti delle donne, passeggiare tra elefanti, cammelli, pavoni, templi e palazzi reali. Si potrà assistere a riti e cerimonie spirituali indiane che hanno come simboli il fiume Gange, i templi di culto e la venerazione degli animali. Emozionanti spettacoli di danza indiana, tra il suono dei sitar, dei flauti, delle percussioni, dei campanelli degli abiti ed i coloratissimi costumi e veli di seta, insegneranno il canto degli dei e quello delle stagioni.

Un’area sarà dedicata a Bollywood, il cinema tradizionale indiano che ha sede a Mumbai e si potrà partecipare a convegni, conferenze, mostre fotografiche, workshop per apprendere la storia e lo sviluppo di questa industria cinematografica e comprendere le differenze con il cinema occidentale.

Si potrà assaporare il tipico curry, carne profumata allo zenzero, spiedini insaporiti di spezie, legumi e cereali, risi arricchiti con diversi condimenti, il pane tradizionale e le salse allo yogurt. Ci sarà, inoltre, un’area allestita a Bazar delle spezie, dalla cannella al cardamomo, dal curry ai chiodi di garofano, dal cumino allo zenzero alla curcuma. Non potrà mancare, infine, il tipico mercatino indiano, ricco di tantissimi prodotti dell’artigianato come i colorati tappeti del Kashmir, la ceramica blu di Jaipur, l’oggettistica in rame e ottone e in legno intarsiato, i tradizionali indumenti Sari, la seta indiana,  il cotone decorato, le coloratissime lanterne, i cuscini, gli specchi, gli oli essenziali e gli incensi.

Il Festival Celtico

All’interno del Festival del Mondo di Napoli ci sarà, inoltre,  un’area dedicata alla cultura Celtica, nei suoi aspetti più tipici: i riti e le usanze al confine tra tradizione e magia, la musica dei menestrelli, fiabe e leggende narrate dalle melodie dei cantori, danze tradizionali ricche di fascino e ritmo. Ci saranno giochi, cibo e bevande, mercatini, la scuola d’armi, la riproduzione di un villaggio storico con le sue strutture tipiche ed i personaggi che lo popolavano, la tradizione spirituale ed il sapere degli antenati tramandato dai Druidi. Un viaggio alla scoperta di un popolo ricco di storia, folklore e tradizione.

October Festival

Una festa  inebriata dai sapori e profumi delle specialità gastronomiche, dall’ottima birra della Bavaria e dal ritmo coinvolgente di trombe e fisarmonica. Si potranno assaporare Wurstel alla brace, Pasticcio di Patate, il Bretzel, le Salsicce di Norimberga, lo Stinco, i tipici Crauty alle patatine fritte, lo speck all’emmental bavarese e il delizioso Strudel di mele. Regina del festival sarà la birra Paulaner. Se ne potranno assaporare tutte le sfumature, dalla bionda ambrata, alla scura intensa fino alla torbida Weiss.

Amo la Terra

Un omaggio alla nostra cara Madre Terra ed alle sue ricchezze. Un’oasi felice dove verranno celebrati il rispetto per la natura, la passione per il lavoro della terra, l’amore per la buona tavola e le sane abitudini. Un evento dedicato all’agricoltura, all’allevamento, all’ecologia, alle tecniche di lavoro eco sostenibili ed ai prodotti genuini della terra.

Napoli è patria di eccellenze agricole e gastronomiche: dai limoni di Sorrento al pomodoro S. Marzano, dalla mozzarella di Bufala all’olio del Cilento, dalla pasta di Gragnano alla nocciola di Giffoni. Sarà come visitare una fattoria, un delizioso viaggio tutto verde per grandi e piccini.

Le Mille e una Notte

Un festival tutto dedicato al medioriente, un’occasione per immergersi tra bazar e  artigianato locale (oggettistica in metallo battuto ed intarsiato, oggetti in legno decorato, ma anche ceramiche, maioliche, cementine marocchine, lanterne, tessuti in seta grezza, cotone e lana lavorati con tessitura a telaio, cuscini, tappetti, sete, specchi), tra i profumi delle spezie e degli incensi e le danzatrici del ventre. Si potrà assistere alla colorata danza Tannura. Si potrà partecipare al celebre rito del Tè nel deserto, un momento di relax, un rito sacro che attraverso il rumore del bollore della teiera rilassa mente e cuore. Potrai assaporare tutti i tipi di tè, dall’amaro al dolce.




Expo Giappone

Un viaggio incredibile tra l’anima antica e tradizionale e quella più moderna del Giappone che riescono a convivere in perfetto equilibrio.

Sarà un festival pieno di sorprese in cui potrete passeggiare tra ciliegi in fiore, tra manga, giardini zen, sake, templi scintoisti, shinkansen e vivere  il contrasto tra antico e moderno. Si passerà dai quartieri storici delle geishe ai grattacieli dell’elettronica, si potrà partecipare alla cerimonia del tè verde, assaggiare il sushi ed ammirare spettacoli di arti marziali. Si potrà conoscere il Giappone tradizionale, la cui storia risale a migliaia di anni fa e che ancora affascina ed il Giappone moderno, superpotenza tecnologica. Si conosceranno le caratteristiche dell’antico Shintoismo, del Buddismo e del Cristianesimo, oltre ad essere immersi nella spiritualità fatta di silenzio, riflessione e preghiera. Si potrà assistere a spettacoli folkloristici, concerti con i tamburi, balli e canti tipici.

Oltre ai famosi sushi e sashimi, la gastronomia del Giappone offre piatti come la tempura, lo Yaki Udon e il gustoso sake.

Si svolgeranno spettacoli di arti marziali Karate, Ju Jitsu, Aikido, Judo, Katori Shinto Ryu ed altre pratiche di combattimento. Si assisterà a seminari sulla storia di queste discipline e sui grandi maestri giapponesi.

Ci sarà un grande raduno di cosplayer di fumetti, videogiochi, cartoni tra supereroi, demoni e personaggi fantastici e un’area di Expo Giappone sarà dedicata ai manga, una vera e propria forma d’arte per i giapponesi, non semplici fumetti. Ci saranno bravissimi tatuatori giapponesi e si terranno seminari tematici, lezioni, conferenze e mostre fotografiche per conoscere meglio questa disciplina.

Infine, ci sarà un’area dedicata alla tecnologia: i migliori modelli di computer, smartphone, videogiochi e tablet, ci saranno seminari, workshop, conferenze e lezioni per scoprire il loro successo ed un’area dedicata ai migliori videogiochi in circolazione con tornei, gare e mostre fotografiche.

La mia Africa

Nel Festival La mia Africa si potrà partecipare al rito del “Tè nel deserto” durante il quale vivere un’esperienza unica di relax attraverso i passaggi di preparazione del tè. Ed ancora, musiche, tradizioni, odori e sapori del continente più antico del mondo, per vivere l’esperienza di un viaggio pieno di energia.

Informazioni:
I giorni e gli orari per poter visitare i Festival sono: venerdì e sabato dalle 18:00 alle 03:00; domenica dalle 12:00 alle 03:00

Biglietti:

  • intero 10 euro
  • ridotto 5 euro (bambini tra i 5 e i 10 anni e accompagnatori dei disabili)
  • gratuito per i bambini fino ai 5 anni e per i disabili
  • il biglietto è valido per visitare tutti i festival etnici di “Napoli Incontra il Mondo”
(Visited 84 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *